Espone

 

Lo Spazio Tesoro, ovvero gli highlight delle collezioni del MUSEC

Nello Spazio Tesoro sono esposti gli highlight delle collezioni del MUSEC: opere che compongono un percorso inatteso e sorprendente, contrappuntato da un gioco di assonanze e dissonanze visive.
Questo stesso percorso è concepito come un’introduzione alla lettura antropologica dell’opera d’arte e alle ragioni che sottendono la creatività, a prescindere dal genere e dall’epoca delle manifestazioni artistiche.
Ad accompagnare il visitatore, in un percorso che sarà periodicamente rinnovato, sono le opere della Collezione Brignoni e delle altre principali collezioni del Museo, fra le quali alcuni riconosciuti capolavori d’arte tradizionale dell’Asia e dell’Oceania.
Lo Spazio Tesoro è un luogo sorprendente, ricco di significati che permettono di interagire dinamicamente anche con i temi e le opere presentati negli altri spazi espositivi.

L’entrata allo Spazio Tesoro è gratuita (primo piano).

Foto gallery

Le sezioni

Da aprile 2019 lo Spazio Tesoro ospita 26 capolavori di arte etnica e orientale provenienti da tre diverse collezioni: la «storica» Collezione Brignoni che costituisce il lascito fondativo del MUSEC; la Collezione Peppler; e una terza collezione frutto di una donazione privata.
L’esposizione dello Spazio Tesoro è articolata in cinque sezioni, ognuna delle quali collocata sotto le antiche volte di un’ala di Villa Malpensata riscoperta e valorizzata durante i lavori di ristrutturazione del Museo.
Quattro di queste sezioni ospitano i capolavori del Museo, mentre la quinta è dedicata alla proiezione di un filmato realizzato in collaborazione con il Conservatorio Internazionale di Scienze Audiovisive (CISA) di Locarno. Il filmato svela al visitatore un maggior numero di capolavori d’arte, dall’India al Giappone passando per l’Indonesia e la Polinesia, dando così l’occasione di scoprire altri tesori in attesa di essere esposti.
In ognuna delle sezioni, le opere esposte si lasciano ammirare in tutto il loro splendore grazie anche a un allestimento che le rivela con un affascinante gioco di luci e ombre, valorizzandone ulteriormente le forme, i colori e le decorazioni.

Aree geografiche e temi

Le opere di ogni sezione espositiva condividono sia un’area geografica e culturale di provenienza, sia un tema narrativo di fondo.
Le figure di antenato della Nuova Guinea, scolpite in enormi tuberi e dipinte a tinte primarie, parlano del prestigio sociale e dell’ordine profondo delle cose.
L’arte dei Naga dell’India del Nord esprime il potere delle forze vitali e spirituali che permettono agli uomini di assicurare il potere sul mondo.
Le opere dei popoli delle Piccole Isole della Sonda, che punteggiano acque impetuose ai confini con l’Oceano Indiano, descrivono il profondo rapporto tra gli uomini e gli antenati cui è affidata la tutela della tradizione.
I Buddha birmani, infine, richiamano gli insegnamenti del Maestro, evocando il progressivo affrancarsi del fedele dalla materialità, verso l’ambita liberazione spirituale.